Creative Destruction – Il clone di Fortnite diverso dagli altri

Creative Destruction – Il clone di Fortnite diverso dagli altri

Nell’attuale panorama videoludico, la cresta dell’onda è cavalcata dai Battle Royale.

Da Fortnite ad Apex Legends, da Blackout (COD BlackOps 4) a Firestorm (BF5) appare chiaro quanto questo fenomeno sia diffuso ed anche apprezzato dal pubblico.
Ovviamente a parte i più “famosi”, prima citati, molte aziende cercano di afferrare anche la loro fetta, e quindi continuano a spuntare “nuove proposte” (fra molte virgolette) sia su PC che Smartphone.
Creative Destruction – Il clone di Fortnite
La nostra attenzione, come quella di molti altri giocatori, a quanto dicono i numeri, si è concentrata su questo titolo il cui pubblico sta crescendo a dismisura.
Ma come mai? Cosa ha di diverso dagli altri?
 
In realtà assolutamente nulla sul lato gameplay, ma possiede un lato prettamente competitivo.
Vi sembrerà strano, ma come testimoniato anche dal coinvolgimento di TFUE, la casa produttrice ha organizzato dei veri e propri tornei a premi(in denaro), ovviamente con lo scopo di far parlare di sé e ottenere una certa visibilità.
Ma vale la pena provarlo?
Creative Destruction è disponibile per Android, iOS e PC (sia con il client che tramite Steam).
Bastano pochi minuti per scaricarlo, pesa circa 1,9 Gb, e potrete subito iniziare a giocare sulla vostra piattaforma.

 

Creative Destruction disponibile per Android, iOS e PC

Per scaricarlo vi basta recarvi nella Pagina Ufficiale di Creative Destruction e selezionare il link giusto, in base alla piattaforma per la quale volete scaricarlo.

Di sicuro il PC offre molte più soddisfazioni, fermo restando che i controlli sono stati pensati ed ottimizzati per piattaforme mobile.
Il titolo è chiaramente un clone di Fortnite, in tutte le sue meccaniche, dalle costruzioni, all’ottenere materiali, al loot e cosi via.
Ovviamente ci sentiamo di consigliarlo poiché si tratta di un prodotto ancora agli albori, con un livello di sfida inferiore al normale, vista la sua recente scoperta.
Insomma provatelo e fateci sapere la vostra con un commento.

Per altre notizie ed articoli seguiteci su Facebook – AngoloPC 

Related posts

Leave a Comment